Hotel & Resort [Demo]

Hotel & Resort Dispone di 120 camere totalmente arredate, con tutti i servizi, la qualità e il comfort che caratterizzano Hotels & Resort. È dotato, inoltre, dello spazio necessario per l’organizzazione di convegni, riunioni d'affari, meeting aziendali.

Al top la Turchia, seguita da Svezia. Italia al penultimo posto della classificaWi-fi gratis nel 67% degli hotel europei...
17/04/2013

Al top la Turchia, seguita da Svezia. Italia al penultimo posto della classifica

Wi-fi gratis nel 67% degli hotel europei

Oggi il 67% circa di tutti gli hotel in Europa offrono il wi-fi ai propri ospiti gratuitamente. Lo rivela uno studio effettuato da HRS, portale leader in Europa per i viaggi d’affari, secondo cui c’è comunque ancora molto da migliorare per quanto riguarda la tariffazione di internet negli alberghi , a partire dai 5 stelle. Leader in Europa per il wi-fi libero e gratuito è la Turchia con quasi l’85% degli hotel che offrono internet senza costi per l’ospite, seguita dalla Svezia con l’82%. Paesi dell’est come Polonia (80,5%) e Repubblica Ceca (73,9%) sono nelle prime posizioni. Fanalini di coda Italia, Portogallo e tutti i paesi dell’Europa meridionale.
In Italia, infatti, solamente il 53% degli hotel fornisce gratuitamente il wi-fi ai propri ospiti e solamente di recente il legislatore ha provveduto ad abbattere gli ultimi cavilli legali che impedivano lo sviluppo delle connessioni gratuite nei locali pubblici in Italia.
“Internet senza costi è un servizio sempre più richiesto da parte degli ospiti degli hotel. È impossibile prevedere un futuro con smartphone e tablet senza che venga fornita gratuitamente una connessione wireless ad internet. Molti hotel hanno già capito l’importanza di questo servizio”, afferma Angelo Panzariello, Head of Hotel Solutions di HRS Italia.
Per quanto riguarda il rapporto tra la categoria dell’hotel e il wi-fi gratuito, il servizio è fornito più o meno con le stesse percentuali in tutte le categorie. Se l'accesso a internet è a pagamento viene addebitata al cliente una media di 2,89 euro l’ora. In Italia un’ora di navigazione costa in media 3,48 euro. Il paese più caro è la Repubblica Ceca, dove gli ospiti devono pagare 5,10 euro l’ora.
Inoltre, l’analisi di HRS conferma che più sale la categoria più sale il prezzo della connessione ad internet. Specialmente gli hotel di lusso forniscono il wi-fi a pagamento....

15/04/2013

In vista del centenario della Grande Guerra, nell'estate 2014, ecco dove vedere fortini e trincee
Sulle tracce della Grande Guerra, Italia meta del turismo militare

Si avvicina il centenario della Grande Guerra (1914-1918), che ricorrerà nell'estate del 2014, e il cosiddetto 'turismo militare' è destinato ad avere nuovo smalto. L'iniziativa del centenario metterà infatti in moto una nuova domanda che dovrebbe riguardare soprattutto le zone di frontiera dove è ancora viva l'eco del conflitto. Il Trentino, in particolare, mostra ancora oggi i segni della guerra, testimoniato da trincee e fortificazioni permanenti. Nel Castello di Rovereto, per esempio, sorge il Museo storico italiano della Grande Guerra: inaugurato nel 1921, per preservare la memoria del conflitto, espone armi, uniformi, fotografie, cimeli, manifesti, oggetti della vita di trincea, onoreficenze, lettere e diari.
A 10 chilometri da Rovereto vi sono le trincee di Matassone, un'area fortificata dove è possibile vedere camminamenti, postazioni e osservare il luogo in cui correva la prima linea. Da non perdere, per gli amanti del genere, le trincee del Nagià Grom, in Val di Gresta, l'antica linea di confine dove si scopriranno trincee, ricoveri blindati, depositi di acqua e di alimenti, camminamenti e strade militari.
In Alta Pusteria è stato recentemente creato il Museo all'aperto della Grande Guerra sulla Croda Rossa: un percorso a tappe tra trincee, fortini e postazioni di guardia camminamenti e teleferiche costruite dai soldati durante gli anni di guerra.
Tra gli altri siti di interesse storico da visitare in Alta Pusteria ci sono il Museo Storico della prima Guerra Mondiale al Monte Piana, un'area strategica con gallerie, trincee e postazioni e il Cimitero di Guerra Sorgenti, creato nel 1915 nella Val di Landro, dove trovavano riposo i caduti di guerra.
E se il territorio della Pedemontana Veronese è caratterizzato dalla presenza di numerosi forti, la Pedemontana Vicentina ospita...

15/04/2013

La nomina di Del Torchio ufficializzata nel prossimo cda della compagnia
Alitalia, il nuovo ad arriva dalla Ducati

Dopo il mare e le moto ora andrà a solcare i cieli. Sarà Gabriele Del Torchio, l'attuale amministratore delegato di Ducati, il nuovo ad di Alitalia. La scelta di Del Torchio, che arriva dopo quasi due mesi dalle dimissioni di Andrea Ragnetti, dovrebbe essere ufficializzata già nel prossimo cda che verrà convocato a breve.
Del Torchio, nato nel 1951 a Varese, laureato in scienze economiche e bancarie ha iniziato la carriera presso la Banca Commerciale Italiana. Nel 1975 entra in Sperry New Holland dove arriva ai vertici come ad e presidente. Diventa poi numero uno esecutivo di Fai Komatsu (macchinari da costruzione), poi ad di Cifa un'azienda per l'impiantistica del calcestruzzo, e dal 2000, è presidente e amministratore delegato di APS, Multiutility di Padova (energia, mobilità, ambiente e telecomunicazione). Arriva alla Ducati nel maggio 2007, dopo un'esperienza anche 'via mare' come amministratore delegato del Gruppo Ferretti, società leader mondiale nel settore della nautica da diporto di lusso.

13/04/2013

Focus sul congressuale nel seminario di Ega nell'ambito del World Communication Forum di Milano
L'Italia non riesce a intercettare i grandi eventi

Si è parlato di turismo congressuale al World Communication Forum di Milano. Ma soprattutto della difficoltà dell'Italia a intercettare i grandi eventi. "Dobbiamo individuare i nostri selling points - ha detto Emma Aru, presidente di Studio Ega, membro del consiglio direttivo della Piccola e Media Impresa di Unindustria, componente del comitato tecnico Progetto speciale Expo 2015 di Confindustria - le grandi città all'estero vanno benissimo perché sanno proporsi: pensiamo a Vienna, Parigi, Barcellona, Berlino e Madrid. L'Italia invece perdura nelle proprie difficoltà. Quattro i focus: concorrenza internazionale (abbiamo un prodotto forte e dobbiamo solo renderlo appetibile, senza sforzarci di declinarlo alle esigenze della domanda); Brand Italia, che dev'essere forte anche nelle singole realtà locali; alberghi, sede congressuale, trasporti: la filiera congressuale è molto semplice e basica; e infine istituzioni: in Usa le istituzioni sanno fare marketing sulle città. Va da sé che anche in Italia abbiamo bisogno anche dello Stato".
Per Renzo Iorio, presidente Federturismo, "il congressuale è la cartina di tornasole di ciò che non va". "Certamente - ha detto - il settore congressuale è ricco e importante, perché è lì che si riesce a canalizzare il cliente a maggior capacità di spesa. Però è anche la filiera che più mette a nudo i limiti della capacità del nostro Paese di fare sistema. Patisce, fra le altre cose, la cronica assenza di una visione industriale nei nostri alberghi e punti ricettivi, che per una frammentazione tutta italiana e una visione troppo commerciale dell'attività rischiano di essere i maggiori antagonisti di un organizzatore. Questa assenza di sistema si riverbera negativamente sulla qualità dell'accoglienza complessiva. E inoltre c'è l'annosa difficoltà di costruire il sistema-Paese".

Founded on March 1, 2012
29/02/2012

Founded on March 1, 2012

Indirizzo

Via Roma,1
Milan
20100

In Auto seguire A4 direzione Milano

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Hotel & Resort [Demo] pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a Hotel & Resort [Demo]:

Digitare

Alberghi nelle vicinanze


Altro Resort Milan

Vedi Tutte