B&B Crespi HOUSE

B&B Crespi HOUSE Bed and breakfast situato a Parabiago all'interno del Parco del Roccolo
(17)

Situato a Parabiago all'interno del Parco del Roccolo, il B&B Crespi House offre gratuitamente la connessione Wi-Fi ed il parcheggio privato. Ogni giorno è a disposizione una ricca colazione in base alle esigenze del cliente. La struttura, con accesso completamente indipendente, è circondata da ampio giardino; la camera, con riscaldamento autonomo, è costituita da una camera matrimoniale oppure da due letti singoli , da un ampio armadio , da una scrivania e da un bagno privato completo di asciugacapelli e set di cortesia. Su richiesta è disponibile un computer. La struttura mette a disposizione una zona giorno costituita da un angolo cottura dove è possibile cucinare in modo indipendente e da un soggiorno con TV e stufa a pellets per un piacevole relax. Sono ammessi animali di piccola e media taglia senza alcun costo aggiuntivo. Crespi House dista 20 Km da Milano ,15 Km dalla Fiera Milano Rho/Pero, 30 Km dall'aeroporto di Malpensa, 4 Km dall'uscita Arluno dell'autostrada A4 e a pochi minuti dalla Stazione Ferroviaria di Parabiago dove è possibile raggiungere in poco tempo il centro di Milano e di Varese attraverso l'utilizzo della linea S5 del Servizio Ferroviario Suburbano. Sono disponibili informazioni turistiche delle città circostanti più importanti.

08/06/2020
Centro Meteorologico Lombardo

Centro Meteorologico Lombardo

7 giugno 2020 – Ore 19:30
Nevica copiosamente al Passo del Foscagno (SO), 2.291 m s.l.m., in alta Valtellina. Fiocchi (bagnati) da poco anche a Livigno paese, che registra 0.3°C in questo momento, dopo una giornata interamente piovosa (ben 38 mm).
Per l’inizio di giugno la neve ai 1800-2000m di quota non rappresenta un evento raro, anzi appartiene alla nostra climatologia ed è abbastanza ricorrente per quei settori retici di confine, che - per orografia - sono particolarmente esposti alle fresche correnti in quota che premono da oltralpe. Ringraziamo Cristiano Marchesi per la preziosa testimonianza.

Farmacia San Lorenzo Parabiago - Club Salute
06/06/2020

Farmacia San Lorenzo Parabiago - Club Salute

GRAZIE PRESIDENTE !
Farmacisti tra le categorie premiate per l’impegno nella pandemia: Maestri cavaliere al merito.

C’è anche un farmacista tra i 57 nomi premiati ieri dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, con l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica. Si tratta di Giuseppe Maestri, titolare piacentino con farmacia a Codogno, il comune del lodigiano dove a fine febbraio è stata istituita la prima zona rossa. Il paziente 1 era di queste parti e la dura battaglia contro il coronavirus che è partita da questo punto della Lombardia è il filo rosso che unisce le 57 onorificenze: come lo stesso Mattarella aveva spiegato l’altro ieri durante la sua visita a Codogno, questi premi vogliono essere un riconoscimento «all’impegno corale» del Paese e delle sue professioni in questa pandemia.

La presenza di un farmacista tra gli “insigniti”, dunque, va letta come un tributo alla categoria nel suo insieme, come d’altronde si desume dall’elenco degli altri premiati: medici, preti, infermieri (la dottoressa accasciata sulla tastiera nella celebre foto che ha fatto il giro del mondo), operatori del 118, ricercatori (il team dello Spallanzani di Roma che ha isolato il virus), carabinieri, Alpini della Protezione civile, volontari della Croce rossa, ingegneri che hanno inventato nuovi dispositivi, cassiere di supermercato che si sono distinte nella beneficienza e docenti che hanno continuato a fare lezione a distanza benché malati, tanti altri ancora.

Attilio Fontana
04/06/2020

Attilio Fontana

❌ Da oggi è ufficiale: Monza ospiterà il Gran Premio d'Italia di F1.
Domenica 6 settembre Charles Leclerc e tutti gli altri piloti saranno protagonisti sulla pista più bella e veloce del mondo. Una notizia importante che conferma la voglia di correre della Lombardia e dell'intero Paese. Forza Ferrari e #ForzaLombardia!

Lombardia Notizie Online
04/06/2020

Lombardia Notizie Online

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA FACEBOOK E YOUTUBE intorno alle 16.45 con l'assessore alla Famiglia Silvia Piani si parlerà di centri estivi e ‘pacchetto famiglia’

www.lombardianotizie.online
#Coronavirus

Il Milanese Imbruttito
04/06/2020

Il Milanese Imbruttito

Quando hai passato due mesi in smart working e non riesci più ad abituarti alla vita di prima.

Thanks to Valeria Elsa Garbagnati

Salvo Sottile
03/06/2020

Salvo Sottile

VENEZIA Ventuno euro per cappuccino e spremuta. È il conto che un uomo che lavora nella zona vicino a piazza San Marco ha dovuto pagare al tavolo per l’impossibilità di consumare al banco, date le restrizioni per le normative anti-Covid. Non siamo in piazza San Marco ma all’Illy Caffè dei Giardini Reali (comunque a un centinaio di metri dalle colonne di San Marco e Todaro), che dopo la riqualificazione hanno riaperto lo scorso inverno con l’obiettivo di essere frequentati dai veneziani. «Se questi sono i prezzi — spiega l’uomo mostrando lo scontrino di ieri mattina — ci andranno solo i turisti». «Una vergogna», interviene il segretario del Psi di Venezia Luigi Giordani.Il conto è presto fatto: una spremuta 12 euro e un cappuccino 9 euro al tavolo, prezzi tutt’altro che abbordabili e più alti ad esempio del vicino Caffè storico Al Todaro, che si affaccia sul molo di San Marco. Lì seduti ai tavolini all’esterno, con la vista di San Giorgio, il cappuccino costa 7 euro da listino e la spremuta 9, per un totale di 16 euro per le due bibite. Nel locale dei Giardini Reali, il prezzo del caffè è di un euro e mezzo al banco ma si alza a 6 se servito al tavolo, il cappuccino passa da 3 a 9 e la spremuta da 5 a 12 euro. Il problema però, è che per il divieto di assembramenti le persone che vorrebbero consumare in piedi non possono farlo se ce ne sono già altre (al banco ce ne stanno al massimo una manciata). «Volevamo bere in piedi ma il personale ci ha invitato a sederci viste le restrizioni, nessuno però ci ha detto che i prezzi erano triplicati. Mai avremmo immaginato di pagare oltre venti euro, un furto». Non è la prima volta che scoppiano polemiche per prezzi esorbitanti, ma ancora non era capitato nel locale dei Giardini Reali.

Google dona mille dollari ai dipendenti per trasformare le loro case in studi da smart working
03/06/2020
Google dona mille dollari ai dipendenti per trasformare le loro case in studi da smart working

Google dona mille dollari ai dipendenti per trasformare le loro case in studi da smart working

I posti di lavoro, quelli belli. Quelli dove tutti vorremmo lavorare, dove il dipendente non è solo un numero o un fardello succhia soldi ma una risorsa da coccolare. Google, ad esempio: saranno le suggestioni del film Gli stagisti, ma nella nostra testa la sede del più importante motore di ricerc...

Attilio Fontana
03/06/2020

Attilio Fontana

Tanti lombardi tra i nuovi #Cavalieri al merito.
Un meritato riconoscimento a chi si è impegnato nella lotta al Coronavirus. I gesti di altruismo e sacrificio sono stati innumerevoli: dai medici e infermieri in prima linea, agli imprenditori ai cassieri dei supermercati. Senza mai dimenticare l'importanza di tutti coloro che, con responsabilità, sono rimasti a casa e hanno fermato la diffusione del virus.

Sono felice di riportare i loro nomi, a cui aggiungo la mia personale riconoscenza:

- Annalisa Malara e Laura Ricevuti, rispettivamente, anestesista di Lodi e medico del reparto medicina di Codogno. Si tratta dei primi medici che hanno curato il paziente 1 italiano.

- Maurizio Cecconi, professore di anestesia e cure intensive all'Università Humanitas di Milano. Il medico è stato definito come uno dei tre eroi mondiali della pandemia dalla rivista dei medici statunitensi Jama.

- Don Fabio Stevenazzi del direttivo della Comunità pastorale San Cristoforo di Gallarate (VA) che per dare un contributo attivo durante l'emergenza è tornato a fare il medico presso l'Ospedale di Busto Arsizio.

- Fabiano Di Marco, primario di pneumologia all'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, distintosi anche per aver raccontato la tragica situazione della città e dell'ospedale.

- Elena Pagliarini è l'infermiera di Cremona ritratta nella foto diventata simbolo dell'emergenza coronavirus. Ammalatasi di Covid-19, oggi risulta guarita.

- Nel team di ricerca dell'ospedale Sacco e dell'Università degli Studi di Milano, poli di eccellenza nell'ambito del sistema sanitario e di ricerca nazionale: Claudia Balotta a capo del team, ora in pensione, che nel 2003 aveva isolato il virus della Sars; Gianguglielmo Zehender, professore associato; Arianna Gabrieli, Annalisa Bergna, Alessia Lai, Maciej Stanislaw Tarkowski ricercatori.

- Renato Favero e Cristian Fracassi, il medico che ha avuto l'idea di adattare una maschera da snorkeling a scopi sanitari e l'ingegnere che l'ha realizzata.

- Concetta D'Isanto, addetta alle pulizie in un ospedale milanese. Fa parte di quella schiera di lavoratori che ha permesso alle strutture sanitarie di andare avanti nel corso dell'emergenza.

- Giuseppe Maestri, farmacista a Codogno, ogni giorno ha percorso cento km per recarsi in piena zona rossa.

- Piero Terragni, imprenditore di Bellusco (Monza e Brianza), in seguito alla morte di un dipendente, Erminio Misani, che lasciava la moglie e tre figli, ha assunto la moglie Michela Arlati.

- Riccardo Emanuele Tiritiello, studente dell'istituto Paolo Frisi di Milano. Con il padre e il nonno hanno cucinato gratuitamente per i medici e gli infermieri dell'ospedale Sacco.

- Giacomo Pigni, volontario dell'Auser Ticino-Olona ha coinvolto una ventina di studenti che hanno iniziato a fare chiamate di ascolto per dare compagnia alle persone sole.

- Maurizio Magli, in rappresentanza dei 30 operai della Tenaris di Dalmine che, quando è arrivata la commessa per la produzione di 5mila bombole nel minor tempo possibile, hanno volontariamente continuato a lavorare.

- Marco Buono e Yvette Batantu Yanzege della Croce Rossa Riccione hanno risposto all'appello della Lombardia che chiedeva aiuto a medici e personale con ambulanze.

#ForzaLombardia

Centro Meteorologico Lombardo
03/06/2020

Centro Meteorologico Lombardo

⚠ AVVISO DI PRECIPITAZIONI ABBONDANTI

Come anticipato ieri, nel tardo pomeriggio/sera di oggi, 3 giugno 2020, attendiamo l’innesco di rovesci o temporali sparsi in fascia prealpino/pedemontana e d’alta pianura lombarda, specie Varesotto, Brianza, Lario e basse Orobie, dove qualche cella (tra le 18 e le 20) potrebbe risultare localmente intensa, con eventuale grandine di piccole dimensioni, dunque prestate attenzione al radar precipitazioni (http://cml.to/radar). Idem qualche rovescio sparso, a localizzazione non predicibile, è atteso entro sera nelle pianure.
Ma non è di questo che vogliamo parlarvi ora.

Terminata la fase convettiva di cui sopra, a cui seguirà una pausa dei fenomeni, nelle ore notturne tra mercoledì e giovedì 4 giugno 2020 sussistono le condizioni per lo sviluppo di una linea di rovesci semi-stazionaria, agganciata alle alte pianure e pedemontane lombarde nord-occidentali, distesa grosso modo tra il medio-basso Varesotto, l’alta Brianza e il Lario.
Questo scenario è degno di particolare attenzione per quanto riguarda la criticità idraulica e idro-geologica, ossia la caduta di precipitazioni molto abbondanti in poco tempo su aree ristrette (possibili picchi locali fino a 100mm in 6 ore). La morfologia delle zone interessate suggerisce attenzione anche per quanto riguarda i bacini fluviali afferenti (Olona-Seveso-Lambro) nelle adiacenti medie pianure.

Nel corso del pomeriggio di giovedì 4 le precipitazioni – a carattere di pioggia o al più rovesci – andranno progressivamente estendendosi a tutta la regione, seppur con marcata prevalenza della fascia Prealpina e pedemontana (più irregolari – e con minori cumulate – nelle medio-basse pianure). In questo frangente non si attendono particolari criticità lontano dai rilievi, mentre nelle valli – più che altro fascia prealpina e Orobie centro-ovest, meno le Retiche – sarà opportuno continuare a monitorare il territorio per possibili locali dissesti idro-geologici (attese cumulate fino a 150mm nelle 24 ore).

Venerdì è possibile instabilità residua, che sarà dettagliata a seguire.

Coronavirus, Mattarella conferisce titolo di Cavaliere a tre docenti che si sono distinti per il loro operato - Tecnica ...
03/06/2020
Coronavirus, Mattarella conferisce titolo di Cavaliere a tre docenti che si sono distinti per il loro operato - Tecnica della Scuola

Coronavirus, Mattarella conferisce titolo di Cavaliere a tre docenti che si sono distinti per il loro operato - Tecnica della Scuola

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto insignire dell'onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica un primo gruppo di cittadini, di diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l'emergenza de...

03/06/2020
Attilio Fontana

Attilio Fontana

❌ PROTEZIONE CIVILE LOMBARDIA.
Dal tardo pomeriggio di ieri sono in contatto con la Protezione Civile per ricevere tempestivamente le informazione dai territori colpiti dalla copiosa grandinata e afferenti eventuali infortuni a persone o danni ai beni.

Ringrazio i Vigili del Fuoco per gli interventi effettuati:

- Comando Provinciale VVF BG; a #Bergamo città interventi di rimozione piante dal manto stradale e interventi per tetti pericolanti. Nel centro storico di Nembro numerosi interventi per rimozione con mezzi meccanici di circa 1.5 m di grandine, all'altezza di Via Papa Giovanni. Segnalati inoltre interventi nel sottopasso della SP 35 causa auto bloccate dall'acqua. Non sono stati segnalati problemi alle persone.

- Comando Provinciale VVF #Lecco; numerosi interventi soprattutto nel comune di Valmadrera causa danni provocati dalla grandine (tetti bucati), piccoli allagamenti e rimozione piante dal manto stradale. Nessun problema alle persone.

- Comando Provinciale VVF #Como; interventi per alberi pericolanti nei comuni di Casnate con Bernate, Uggiate Trevano, Lomazzo e Moltrasio. Nessun problema alle persone.

Continuiamo a monitorare pronti ad intervenire per il bene delle comunità e del territorio.
#ForzaLombardia

[ Video da Albino e Nembro ]

Attilio Fontana
03/06/2020

Attilio Fontana

❌ La dottoressa Annalisa Malara, l’anestesista dell’ospedale di Codogno che la notte del 20 febbraio, infrangendo un protocollo sanitario, sottopose Mattia al test del tampone, scoprendo così il primo paziente italiano positivo al virus, quest’anno riceverà un premio speciale Rosa Camuna, il più alto riconoscimento di Regione Lombardia.

Fu grazie alla sua audacia se l’Italia e l’Intera Europa ricevettero l’allarme e furono messi nella condizione di frenare la diffusione del virus, che ahimè nella nostra regione (abbiamo scoperto più tardi),viaggiava invece indisturbato da almeno un mese prima. Ricordo infatti che le indicazioni dell’OMS prevedevano di eseguire i test tamponi alle sole persone provenienti dalla Cina.

Quella intuizione della dottoressa Malara ha cambiato il corso di una storia che sarebbe potuta essere ancora più drammatica di quanto non sia stata. Per questo a lei il riconoscimento Rosa Camuna di Regione Lombardia che simbolicamente va a tutti i medici e gli operatori sanitari,che da quel giorno, hanno combattuto una lotta generosa, professionale e senza risparmio al virus.

#ForzaLombardia

Parabiago Città
01/06/2020

Parabiago Città

Un immenso ringraziamento al Gruppo di Acquisto solidale Gasabile A.P.S. che ha donato frutta e verdura fresche all'associazione Gruppo di Volontariato vincenziano che provvederà alla distribuzione alle famiglie in difficoltà.

Istat stima quasi 400mila occupati in meno “causa lockdown”
01/06/2020
Istat stima quasi 400mila occupati in meno “causa lockdown”

Istat stima quasi 400mila occupati in meno “causa lockdown”

(Teleborsa) – “Stimiamo che in media d’anno l’impatto del lockdown sia di quasi 2 punti di valore aggiunto e di 2,2 punti di occupazione, per poco meno di 400 mila occupati&…

Indirizzo

Via Valsugana
Parabiago
20015

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando B&B Crespi HOUSE pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a B&B Crespi HOUSE:

Alberghi nelle vicinanze


Altro Bed and breakfast Parabiago

Vedi Tutte